Log on
Powered by Elgg
Home Page Home

La Rete Civica di Napoli :: Feed

ottobre 31, 2014

L'età fossile

L'aria che tira/Di fronte alla preoccupazione di migliaia di persone, nonostante il problema del cambiamento climatico sia ormai balzato in cima alle agende politiche, i governi parlano, annunciano impegni. Ma non c'è la determinazione e l'efficacia che una minaccia così tremenda richiederebbe


Il clima e i danni permanenti

L'aria che tira/Un documento del Dipartimento della Difesa statunitense preconizza un futuro costellato da eventi eccezionali, causati dal clima impazzito o incontrollabile


I conflitti sulle risorse e la giustizia globale

L'aria che tira/Era il 1928 quando il Mahatma Gandhi scriveva: «L'Imperialismo economico di una sola minuscola isola-regno (l'Inghilterra) oggi tiene in catene il mondo"


Ecologisti vs economisti

L'aria che tira/Nicholas Georgescu Roegen, Kenneth Boulding e Herman Daly nel 1973, per l'American Economic Association scrissero: «Dobbiamo inventare una nuova economia il cui scopo sia la gestione delle risorse e il controllo razionale del progresso»


L'Ue fermi la rivincita dei fossili

L'aria che tira/Renzi sa essere determinato: sull'energia ha deciso di lasciare fare alle lobby senza aiutare a rafforzare il ruolo della Ue


SbloccaItalia: vecchie ricette per situazioni nuove

L'aria che tira/Siamo sicuri che i problemi dell'Italia derivino dalle opere bloccate e non piuttosto dal fatto che la gran parte di quelle opere, progettate e eseguite, sono inutili o sbagliate?


Energia, le Canarie contro la Repsol

L'aria che tira/Un primo risultato è stato raggiunto: il governo delle Canarie ha indetto per il 23 novembre un referendum consultivo sul progetto della Repsol


Il vicolo cieco dei servizi idrici

L'aria che tira/Il fine comune da raggiungere è quello di riaffermare nelle Carte delle Nazioni unite il diritto all'acqua come bene comune



ottobre 28, 2014

Perché il Giappone è differente?

Proprio a fronte delle implicazioni più inquietanti della stagnazione economica nei paesi dell’area Euro, l’esperienza del Giappone torna oggi a suscitare nuova attenzione. Perchè l’elevata attivazione del lavoro anche in un contesto di bassa crescita, e più spesso, di deflazione, appare come una esperienza apparentemente anomala


Casa, fondo di garanzia. Il governo ci riprova

Il nuovo strumento riceve in eredità le operazioni del fondo di garanzia per l'acquisto della casa da parte delle giovani coppie. Che era stato un flop


ottobre 27, 2014

Il modello dell'Euroeccesso

Il surplus europeo delle partite correnti è il più grande surplus mai generato nella storia dei mercati finanziari globali. Un recente rapporto di Deutsche Bank spiega perché questo rappresenta un serio pericolo. Per l’Europa, ma anche per il resto del mondo


E ora in Brasile cosa potrà succedere?

Dilma Rousseff ha davanti a sè un compito molto difficile: districarsi in mezzo ad una coalizione di governo molto rissosa con la parallela necessità di far ripartire l’economia


L'articolo 18 contro il turnover drogato

La retorica della tutela del lavoratore e non del posto di lavoro si riduce a una ben magra figura quando si esamina il testo della delega sulla «flexicurity», il sistema di ammortizzatori sociali previsto dal governo. Del decreto Poletti e del Jobs Act II, che contiene tra l'altro il via libera al demansionamento e allo spionaggio elettronico, proprio nulla merita di essere salvato


ottobre 24, 2014


Industria, la provincia italiana

SvendItalia/L’industria italiana alle origini della Eu esportava merci di basso conio e riempiva le case e le strade con prodotti indigeni. La facilità di mercato, insieme alla sostanziale protezione doganale,ha consentito agli industriali italiani la propria mancata specializzazione


Le promesse e la democrazia

SvendItalia/Abbiamo bisogno di un’Europa con pari diritti e dignità tra i cittadini, che non svenda il lavoro alle corporation. In questo quadro la struttura industriale italiana rappresenta un paese che non è ancora riuscito a fare i conti con le proprie capacità e le proprie debolezze


Il centro e la periferia d'Europa

SvendItalia/Il centro e la periferia d'Europa nel "Discorso sopra lo stato presente dei costumi degli Italiani" di Giacomo Leopardi


Saldi di fine stagione

SvendItalia/Oggi ci troviamo di fronte ad una vera e propria debacle nella capacità del nostro paese di governare imprese e progetti complessi. Ilva, Alitalia e Telecom: tre esempi della progressiva liquidazione dei grandi gruppi nazionali. Tre ex imprese pubbliche, rovinosamente privatizzate


Imprese svendute, produzioni perdute

SvendItalia/Si moltiplicano le aziende manifatturiere e finanziarie oggetto di acquisizione, a volte a prezzi di saldo. Tra gli acquirenti, la Germania e la novità cinese


Politica industriale per l'Europa

SvendItalia/L'idea di un grande piano d'investimenti pubblici a livello europeo si presenta come la strada maestra per tentare di uscire dalla crisi


Il potere feudale di Thyssen Krupp

SvendItalia/Per cent'anni, Terni e «la Terni» sono state un'unica cosa. Oggi quella fabbrica è sballottata da una multinazionale all'altra


ottobre 21, 2014


Finanziaria, l’azzardo oltre l’ostacolo

Il punto della politica economica del governo è la sfiducia nel ruolo del pubblico come soggetto istituzionale capace di tenere in tensione la domanda effettiva


ottobre 20, 2014

L'illusionismo di Matteo Renzi

La manovra del governo tende a migliorare solo alcune condizioni d’offerta del nostro settore produttivo senza curarsi della sua decrescente capacità innovativa che è alla base del nostro declino


<< Indietro