Log on
Powered by Elgg
Home Page Home

La Rete Civica di Napoli :: Feed

agosto 01, 2014

Bonus e stock option, chi sbaglia paga

La Corte Costituzionale ha respinto il ricorso sulla presunta incostituzionalità di un prelievo aggiuntivo su bonus e stock option dei manager


I nuovi miserabili

La fine è sempre la fine/L'uguaglianza non è più un valore condiviso e sembra sempre più una reliquia culturale del Novecento. Con i quattro speciali estivi, in edicola ogni venerdì con il manifesto, proviamo attraverso la letteratura ad attraversare questa terra moralmente desolata


Stevenson, il lavoro e la razza

La fine è sempre la fine/Una rilettura di Robert Louis Stevenson e del suo viaggio nella pericolosa e scomoda terza classe insieme agli emigranti


La fine è sempre la fine

Un viaggio letterario nel mondo degli esclusi, dove relazioni e psiche stanno mutando, geneticamente, verso uno spaesamento che fa assomigliare i personaggi che ci circondano o le facce che vediamo allo specchio, a dei nuovi miserabili. Il primo dei racconti dei nostri speciali estivi


OptiPoba,BingoBongo e la deumanizzazione

La fine è sempre la fine/Il «racism row» del candidato alla presidenza della Figc Tavecchio è solo l'ultimo dei tanti pregiudizi di cui è intrisa la società italiana nei confronti dei cittadini stranieri


L'Europa diventi terra d'accoglienza

La fine è sempre la fine/Un appello sottoscritto da decine di intellettuali per un radicale cambiamento delle politiche sulle migrazioni e il diritto d'asilo


luglio 25, 2014

L’insostenibile politica di Renzi e Padoan

Per immaginare una crescita economica l’Italia deve intervenire sul motore della propria macchina senza fermarla, mentre le riforme strutturali si limitano a fare un tagliando alla macchina


Mercati, ridiamo la moneta allo Stato

Per superare il monopolio delle banche centrali i titoli di Stato dovrebbero funzionare non solo come riserva di valore ma anche come strumento di pagamento




I limiti del pianeta e della crescita

Siamo a Terra/ Le maggiori istituzioni internazionali individuano la crescita come panacea universale di tutti i problemi economici. Ma il riconoscimento dei difetti dell’accumulazione capitalistica è il frutto di un’analisi critica dello scambio metabolico tra società e natura


Barry Commoner, verde e rosso

Siamo a terra/Una rilettura di Barry Commoner, uno dei padri dell'ecologismo politico. Il suo libro «Il cerchio da chiudere» insegnò a tutti che cos'era l'ecologia


Energia, cosa c'è nel pacchetto europeo?

Siamo a Terra/Le grandi imprese dei vecchi settori «fossili» hanno constatato che rinnovabili ed efficienza cominciano a diventare dei seri concorrenti


La bancarotta della natura. E della politica

Siamo a Terra/«Risolvere i problemi ambientali, costa troppo rispetto ai benefici che apporta». Un ritornello continuato poi nel dibattito sul fumo e le piogge acide


Sostenibilità per superare la crisi economica

Siamo a Terra/Sarà sulla modulazione della transizione energetica all'era postfossile che si giocherà una delle battaglie tra gli organi che guideranno l'Ue nel prossimo quinquennio


Ttip, lo scoop di Repubblica

Siamo a Terra/Un oggetto misterioso si aggira per l'Europa. È il trattato di libero scambio tra Stati uniti e Unione europea. Lo scoop di Repubblica


Viaggio alle Canarie tra petrolio e trivelle

Siamo a Terra/La Repsol ha progettato la campagna per le trivellazioni petrolifere nelle acque delle Canarie, autorizzate definitivamente da Madrid


luglio 22, 2014


Sono pessime quelle riforme

C'è un'idea carsica che scompare e ricompare nel dibattito politico europeo: quella di concedere incentivi finanziari agli stati in cambio di riforme strutturali. Si tratta di un'idea perniciosa che il Governo italiano farebbe bene a bloccare durante il semestre di Presidenza


Stop armi a Israele

Premi Nobel, artisti e intellettuali chiedono un immediato embargo militare ad Israele


luglio 21, 2014

«Sii imprenditore di te stesso». Ovvero la grande allusione

Dis-connessi/Un riferimento retorico alla libertà individuale, all’autonomia di ciascuno, prodotta dal capitalismo per mascherare la sua negazione di fatto


L'individuo innanzi tutto. Una grande allusione

Dis-connessi/Un riferimento retorico alla libertà individuale, all’autonomia di ciascuno, prodotta dal capitalismo per mascherare la sua negazione di fatto


C'era una volta la società

Dis-connessi/La sfiducia generalizzata è il precipitato di un lungo processo di desertificazione della società e dei suoi vincoli di reciprocità e solidarietà, l'esito di quattro decenni di egemonia neoliberista e dello scatenamento degli spiriti egoistici contro tutto ciò che è pubblico, in comune, statuale


Foucault e il governo degli individui

Dis-connessi/Nelle società neoliberiste in cui viviamo, l'individuo è prodotto dall'incontro tra le tecniche di governo politico, la disciplina morale e la razionalità economica.


L'insostenibile narcisismo dell'essere contemporaneo

Dis-connessi/Renzi, cogliendo lo «spirito del tempo», conquistato il vertice Pd ha fatto della rottura tra libertà e uguaglianza il suo primo intervento pubblico. Cerchiamo di essere ancora, con Aristotele, «animali sociali»


<< Indietro