Log on
Powered by Elgg
Home Page Home

La Rete Civica di Napoli :: Feed

agosto 29, 2014

Quali alternative al neoliberismo?

Nonostante la gravissima crisi in corso il campo delle teorie critiche non riesce a offrire un orientamento che metta in crisi l'egemonia culturale del neoliberismo


La corsa ai salari e alle pensioni

Promuovere la crescita tagliando salari e pensioni? L’unico effetto di bassi salari saranno alte rendite e alti profitti, con l'aumento della speculazione finanziaria



Narrare la lotta di classe

Padri e figli/Con la smaterializzazione del lavoro, il declino dell'industria e il debordare del terziario avanzato, l'esperienza del lavoro è diventata dal tardo Novecento in poi per molti versi un'esperienza quasi pornografica.Il bilancio di un'avventura estiva, prima che arrivino le nuove jacquerie


Padri e figli

Il lavoro non si vede, di lavoro non si parla. È un argomento tabù, la cui narrazione è affidata alle retoriche aziendaliste, mentre la realtà parla di disoccupazione, precarietà e sfruttamento. E la crisi fa deflagrare il conflitto generazionale, con i padri che svolgono il ruolo dei figli


I genitori e generazioni dell'antica Grecia

Padri e figli/Padri, figli, educazione e il conflitto intergenerazionale nella lettera classica greca. Da Aristofane al poeta Kriton Athanasulis


La generazione perduta di Atene

Padri e figli/Mentre i giornali mainstream parlano di crescita, romanzi e poesie raccontano tutta un'altra vita nella Grecia stravolta dalla scelta europea


agosto 27, 2014


agosto 23, 2014

La favola dell'equità e dello sviluppo

Il governo parla di prelievi sulle pensioni pubbliche, che già sostengono il bilancio pubblico con un saldo attivo di 24000 miliardi tra le entrate contributive e le prestazioni


La sfida del comune

L'occupazione del Teatro Valle, nata come protesta tre anni fa, è diventata un simbolo di lotte per i beni comuni e per una differente visione e politiche culturali, oltre la logica del privato e del pubblico. In questi giorni si è aperto il capitolo due di questa storia. Come scriverlo, dipende da tutti noi


Economisti, quale futuro dopo la critica?

Criticare il pareggio di bilancio, l’insensatezza della riduzione del debito, della esasperata flessibilità del lavoro, o l’austerità espansiva è un esercizio di buon senso e necessario. Lascia tuttavia un vuoto di progetto e prospettiva che riduce l’economista a mero “critico”, seppur diversamente declinato



Lavorare meno, lavorare tutti

Una questione di qualità/«Lavorare meno, lavorare tutti». Che cosa ci dice oggi questo slogan tanto vecchio e tanto attuale, velleitario e profetico?


Il lavoro oggi, una questione di qualità

La depressione del disoccupato e quella del precario, l'alienazione del professionista dequalificato e l'appiattimento di alcuni impieghi pubblici. Il lavoro ai tempi della grande crisi


Il lavoro e la libertà dal padrone

Una questione di qualità/"Per mio padre libero voleva dire libero di non lavorare sotto padrone". Una rilettura da "La chiave a stella" di Primo Levi


La solitudine del lavoratore

Una questione di qualità/Ripetitive, frammentate, spesso dequalificati: sono le mansioni che svolgono sempre più persone. Ecco perchè bisogna rimettere la qualità nell'agenda politica


Più sei qualificato e più trovi un impiego

Una questione di qualità/In Europa aumentano i manager mentre decrescono gli operai. Ecco come la crisi ha ridisegnato il mondo del lavoro


agosto 18, 2014


Il suicidio dell'austerità

Gli ultimi dati rilasciati ieri da Eurostat, l'agenzia statistica europea, confermano quello che ormai vanno dicendo da tempo schiere di economisti, anche di estrazione mainstream: la tanto sbandierata "ripresa" europea era una pia illusione



Sette anni di crisi fra gufi e struzzi

Sette anni sono passati dallo scoppio della crisi. Un'eternità. Sette anni. Ci sono giovani che hanno avuto tempo di iniziare e finire il loro ciclo di studi universitari per poi passare anni alla ricerca di un lavoro, fra stage non pagati e contratti atipici. Giovani che nella loro carriera hanno conosciuto solo la crisi


Tanta roba

Terzo appuntamento con i racconti dell’estate di Sbilanciamoci. Le vite disuguali riguardano questa volta un manager, ricco soprattutto delle sue miserie. E che fa un testamento accurato per assegnare a tutti l’eredità giusta. Perché è la proprietà oggi che regola i rapporti tra persone


La nuda proprietà

Tanta roba/Quasi metà degli italiani – 49 ogni 100 – sarebbe, stando alla Banca d'Italia, più favorevole all'eguaglianza che non alla libertà. Altri popoli, come i francesi, che sanno tutto di liberté ed égalité, o i tedeschi o gli spagnoli, sono di opinione contraria in ordine a quella scelta decisiva e le maggioranze per la liberté sono ampie.


Paolo Volponi e le mosche del capitale

Tanta roba/Se si vuole capire cosa è successo nelle società occidentali a metà degli anni '80, «Le mosche del capitale» di Paolo Volponi è un libro imprescindibile


Produrre meno per possedere di più

Tanta roba/Il rentier, per il quale Keynes invocava l'eutanasia, è di nuovo alla testa del nostro sistema economico Chi, invece, vive del lavoro è spinto verso la povertà


<< Indietro